martedì 15 novembre 2016

FESTIVAL DELLA FAMIGLIA 1-3 DICEMBRE SU "GIOVANI E FUTURO"

Giovedì 1 dicembre ore 9.00 Auditorium Santa Chiara: “A modo nostro. Nuove generazioni, altre generatività”  
Come vivono il tema del  passaggio all'età adulta le nuove generazioni? Quali strategie stanno trovando per crescere, nonostante tutto? Nella giornata rivolta principalmente ai giovani e alle scuole, gli stessi giovani avranno l’opportunità di raccontarsi, di portare idee e proposte, di porre domande, anche attraverso alcune testimonianze di sperimentazioni realizzate in Trentino: volontari del rinnovato servizio civile, giovani che hanno preso parte a Co-housing. Io cambio status, partecipanti a percorsi di memoria e cittadinanza attiva, i vincitori di Strike!, concorso per storie di giovani che hanno raggiunto un traguardo. Presente tra i relatori anche il sottosegretario di Stato al ministero del lavoro e delle politiche sociali con delega alle politiche giovanili.

Venerdì 2 dicembre ore 14.00 sala Depero, palazzo della Provincia di Trento: “Istituzioni generative? Progettare scenari futuri con i giovani” 
Che cosa significa fare politiche per i giovani oggi? Quali risposte può dare la politica alle nuove sfide? Raccolte le sollecitazioni della prima giornata, il pomeriggio di oggi sarà dedicato a un approfondimento sulla condizione giovanile in Italia e in Europa e a un dialogo tra giovani e istituzioni per pensare insieme nuovi strumenti a supporto dei progetti di vita e delle vocazioni delle nuove generazioni. Ospite il Ministro per gli affari regionali e autonomie con delega alle politiche familiari.

Sabato 3 dicembre ore 9.00 sala conferenze del MUSE: “Famiglie in transizione. Verso l’autonomia sociale” 
Cosa possono fare padri e madri dei Millennials per sostenere in modo efficace i loro figli nella transizione all’età adulta? Cosa chiedono le nuove generazioni per diventare “grandi”? Di cosa hanno davvero bisogno? L’ultima giornata, dedicata al rapporto genitori/figli, vuole proporre risposte a queste domande, per accompagnare le famiglie nel loro difficile compito di aiutare a crescere nel terzo millennio.

Nessun commento:

Posta un commento